Aggiornamento sui territori mapuche

Aggiornamento sui territori mapuche

BASTA CON LA PERSECUZIONE DEL POPOLO MAPUCHE –

LIBERTA’ A TUTTI I PRIGIONIERI POLITICI!

Mentre finalmente tornano in libertà la Machi Millaray e gli altri detenuti di Valdivia, e il Cile si trova sotto accusa davanti alla Corte Interamericana di Diritti Umani (CIDH), per persecuzione verso il popolo mapuche, il Machi Celestino Cordova rischia l’ergastolo per duplice omicidio in quello che appare come l’ennesima montatura giudiziaria. Intanto un minorenne, detenuto in carcere preventivo in attesa di giudizio presso il carcere minorile da 9 mesi, si trova in sciopero della fame da tre settimane.

IL TRIBUNALE DI RIO BUENO HA RIMESSO IN LIBERTÀ LA MACHI (curatrice, autorità ancestrale spirituale del popolo-nazione mapuche del sud del Chile) Millaray, accogliendo la richiesta della difesa e stabilendo come misure cautelari gli arresti domiciliari notturni in attesa di processo per uttti gli indagati di Rio Bueno, detenuti a Valdivia nel carcere di massima sicurezza da oltre 4 mesi in prigione preventiva. Nonostante la pioggia e le restrizioni di ingresso al tribunale, familiari e sostenitori hanno aspettato fuori, stoici, e festeggiato questa vittoria che non segna la fine della RESISTENZA ma solo l’inizio. “Ora devo ristabilire l’equilibrio che era stato rotto con la nostra terra, per continuare con la difesa del nostro territorio”, dice la Machi Millaray. Tornerà nuovamente al suo vincolo spirituale con le forze “Pullu” (spiriti) e il “Ngenmapu” (custodi del luogo sacro) che fanno parte della sua vita, è necessaria al suo popolo e la Madre Terra la stava chiamando con forza!

Dopo 120 giorni il giudice ha stabilito che gli indagati non sono un pericolo per la società. Rimangono tuttavia ancora sotto l’accusa di attacco incendiario al Fundo Pisu Pisué, l’atteggiamento dell’accusa fa capire che tenteranno di accusarli di questo e anche altri crimini.. molte accuse e prove inconsistenti, svelano la debolezza dell’ennesimo montaggio giudiziario che mira a far tacere chi difende il proprio territorio, il luogo sacro Ngen Mapu KINTUANTE, dalla minaccia di interessi economici stranieri (in questo caso parliamo di AES GENER, Pilmaiken S.A., Central Idroelectrica Osorno, con un mega-progetto di allagare il territorio per la costruzione di una diga).

ARAUCANIA: IL PUBBLICO MINISTERO LUBETIC PRESENTA AL TRIBUNALE DI GARANZIA DI TEMUCO L’ACCUSA CONTRO IL MACHI CELESTINO CÓRDOVA, chiedendo l’ergastolo per omicidio per il caso Luchsinger, più 36 anni per attentato incendiario al fondo Santa Isabel nel dicembre 2012. Il machi è l’unico imputato per l’incendio (un attentato, secondo l’accusa) che ha causato la morte, il 4 di gennaio 2013, della coppia Luchsinger-Mackay. Anche in questo caso ci sono state diverse accuse di montatura giudiziaria, rivolte sia ad alcuni politici, che fin dalle prime ore dopo il delitto, prima ancora dell’inizio delle indagini, indicavano i mapuche come colpevoli invocando l’utilizzo della legge anti-terrorista, sia nei confronti della magistratura inquirente, che non avrebbe indagato sufficentemente e in tutte le direzioni.

SI È SVOLTO A FINE MAGGIO ANCHE IL GIUDIZIO CONTRO LO STATO DEL CILE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA INTERAMERICANA per l’uso discriminatorio della legge antiterrorista contro il popolo mapuche. Questa legge fu emanata nel periodo della dittatura di Pinochet per colpire gli avversari politici ed e’ tutt’ora in vigore, in uno stato che si dice democratico. Dalla fine della dittatura viene utilizzata per reprimere i movimenti di protesta e di richiesta di autonomia del popolo indigeno mapuche.

In Costa Rica, alla Corte Interamericana di Diritti Umani (CIDH) si sono conclusi due giorni di udienze per raccogliere le testimonianze di vittime e perizie riguardo il caso “NORIN CATRIMAN e ALTRI (Lonko, dirigenti e attivisti del popolo indigeno) MAPUCHE VS. CHILE”. Si chiede la deroga della Legge Antiterrorista, l’adeguamento a standard internazionali, si denuncia criminalizzazione e persecuzione di comunità mapuche che rivendicano diritti ancestrali e territoriali. Due testimoni chiave, presenti in aula, non sono stati ascoltati, ma hanno presentato uno scritto alla Corte: il Lonko (autorità ancestrale) Aniceto Norin e Patricia Roxana Troncoso Robles, ex-prigioniera politica che nel 2010 fece uno sciopero della fame in carcere durato 112 giorni. La CIDH, un organismo dell’Organizzazione di Stati Americani (OEA), inizia ora una fase di analisi delle prove orali e scritte del caso, per emettere una sentenza nei prossimi mesi.

AGGIUNGO UNA NOTA PERSONALE: in dicembre 2012 sono stata nel sud del Chile in qualità di Osservatrice per i Diritti Umani. Il fatto di aver visitato alcuni detenuti politici in carcere, avere fatto riprese in tribunale durante un’udienza, essere stata in visita presso alcune comunità mapuche denunciando alcuni fatti di violenza che si erano svolti in quei giorni, ha dato evidentemente molto fastidio alle autorità. Il Governatore della regione dell’Araucania e il Ministro del’Interno in persona hanno rilasciato dichiarazioni ai giornali, accusando me e la mia compagna di viaggio di un presunto appoggio a non meglio identificati “gruppi terroristi mapuche” e chiedendo la nostra espulsione dal paese (richiesta che poi non è stata formalizzata e per la quale avevamo presentato un ricorso preventivo in tribunale).

Dopo questa esperienza, e dopo aver visto di persona lo stato di militarizzazione e gli effetti della violenza delle forze dell’ordine nei territori mapuche, non abbiamo alcuna remora nel sottoscrivere le denunce dei montaggi giudiziari nei confronti dei mapuche che lottano per la loro terra e i loro diritti.

(Luisa Costalbano)

Per approfondimenti:

http://www.youtube.com/watch?v=crrN5Lx1hxI

http://rioenlinea.cl/index.php/policial/19-tribunales/2597-justicia-deja-libre-a-machi-millaray-huichalaf-y-a-otros-tres-acusados-por-ataque-incendiario-en-rio-bueno

http://araucaniaweb.cl/sitio/2013/05/30/caso-luchsinger-fiscalia-presenta-acusacion-y-solicita-presidio-perpetuo-calificado/

http://noticias.terra.cl/mundo/latinoamerica/mapuches-de-chile-piden-a-corte-interamericana-derogacion-de-ley-antiterrorista,86d6bfc217eee310VgnCLD2000000dc6eb0aRCRD.html

http://www.youtube.com/watch?v=mVqeUNImAbk

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=530236513699918&set=a.242804732443099.62951.100001407210228&type=1&theater

http://www.cooperativa.cl/noticias/pais/pueblos-originarios/mapuche/como-es-el-juicio-de-los-comuneros-mapuche-contra-el-estado-de-chile-en-la-cidh/2013-05-30/092545.html

http://www.adnradio.cl/noticias/nacional/experto-en-ddhh-acuso-al-estado-de-tener-un-sesgo-discriminatorio-contra-el-pueblo-mapuche/20130531/nota/1908108.aspx

http://libertadninos.wordpress.com/2013/05/31/adolescente-mapuche-inicia-tercera-semana-en-huelga-de-hambre/#more-1458

http://paismapuche.org/?p=7133

I commenti sono chiusi.